«Preti veri, servitori di Cristo nei fratelli...
prendete la fiaccola e portatela avanti»

"Noi siamo invece chiamati ad essere dei seminaristi oggi,
e a Dio piacendo dei sacerdoti domani, autentici!
Non possiamo accettare la superficialità o la mediocrità;
puntate in alto, siate uomini di fede e di carità (come lo è stato don Milani)
e per fare questo amate, servite e fidatevi della Chiesa vostra Madre!"

  • Lorem
  • Ipsum
  • Dolor

Il testimone dell'anno:
don Lorenzo Milani

Don Lorenzo nasce a Firenze il 27 maggio 1923. Nel 1930 si trasferì a Milano dove conseguì la maturità classica. Nell’ottobre del 1942, causa la guerra, la famiglia Milani ritornò a Firenze. Nel novembre del 1943 entrò in Seminario Maggiore di Firenze. Il 13 luglio 1947 fu ordinato prete e, nell’ottobre 1947, fu mandato a San Donato di Calenzano (FI), dove fondò una scuola popolare per i giovani operai e contadini della sua parrocchia. Nel 1954 don Lorenzo fu nominato priore di Barbiana, una piccola parrocchia di montagna. Dopo pochi giorni cominciò a radunare i giovani della nuova parrocchia in canonica con una scuola popolare simile a quella di San Donato. Il pomeriggio faceva invece doposcuola a in canonica ai ragazzi della scuola elementare. Nel maggio del 1958 dette alle stampe Esperienze pastorali iniziato otto anni prima a San Donato. Nel dicembre dello stesso anno il libro fu ritirato dal commercio per disposizione del Sant’Uffizio, perchè ritenuta “inopportuna” la lettura. Nel dicembre del 1960 fu colpito dai primi sintomi del male (linfogranuloma) che sette anni dopo lo portò alla morte. Nel febbraio del 1965 scrisse una lettera aperta ad alcuni di cappellani militari, che avevano criticato il diritto all'obiezione di coscienza. La lettera fu incriminata e don Lorenzo rinviato a giudizio per apologia di reato. Nel luglio 1966 insieme ai ragazzi della scuola di Barbiana iniziò la stesura di Lettera a una professoressa. Don Lorenzo moriva a Firenze il 26 giugno 1967 a 44 anni. (cf. Fondazione don Lorenzo Milani)

La storia del Seminario

L’attuale sede del seminario sorge sulla collina di Capodimonte e fu inaugurata dal cardinale Alessio Ascalesi (Arcivescovo di Napoli dal 1924 al 1952) il 29 giugno del 1934. La sua costruzione venne suggerita dal cardinale Alfredo Idelfonso Schuster, in visita a Napoli, perché la vecchia struttura era ormai diventata angusta e non più rispondente alle esigenze pedagogiche e formative dei seminaristi

La Comunità del Seminario

  • Il Cardinale

    Il Cardinale Crescenzio Sepe, Arcivescovo di Napoli (Italia), è nato a Carinaro (Caserta, Italia), il 2 giugno 1943. Dopo gli studi medi e ginnasiali compiuti al Seminario di Aversa, ha frequentato i corsi di filosofia presso il Pontificio Seminario Regionale di Salerno e quelli di teologia presso il Pontificio Seminario Romano Maggiore.
    Continua...

  • Il Rettore

    Mons. Salvatore Angerami è nato a Napoli il 26.11.1956. Prima di essere ordinato sacerdote il 22.6.1997, ha svolto la professione di ingegnere. E’ stato animatore, confessore e padre spirituale nel Seminario Maggiore.
    Continua...

  • Èquipe Formativa

    Il rettore è scelto dal Vescovo per guidare la vita della comunità del seminario, in sintonia costante con il cammino della Chiesa diocesana e le indicazioni del Magistero universale. Egli è il legale rappresentante, ma soprattutto il padre della comunità e, come tale, accompagna il cammino dei candidati attraverso colloqui individuali, incontri formativi nei gruppi e la pianificazione degli itinerari.
    Continua...

  • Padri spirituali

    I padri spirituali sono riferimenti indispensabili per la crescita vocazionale dei seminaristi, i quali devono avvalersi del loro prezioso apporto per decidersi e orientarsi sempre nella verità e nella dedizione sincera alla causa del Regno di Dio. La direzione spirituale è da considerarsi un punto chiave nella formazione.
    Continua...

  • Percorso propedeutico

    Gli obiettivi della comunità propedeutica sono:
    • aiutare i giovani orientati al seminario a immergersi profondamente nel mistero di Cristo e ad assimilare gli elementi essenziali della vita spirituale; • attivare un iniziale discernimento vocazionale, che verifichi la rettitudine delle intenzioni, la fondatezza delle motivazioni e la consistenza della personalità...
    Continua...

  • Seminario Maggiore

    Pagina in costruzione...
    Continua...

  • Seminario Minore

    Pagina in costruzione...
    Continua...

  • Commissione Vocazionale

    La Commissione di Promozione Vocazionale è un organismo che si prefigge di far conoscere la realtà del Seminario ai giovani della Diocesi recandosi presso le loro comunità parrocchiali. Attraverso degli incontri di preghiera i giovani vengono stimolati a porsi interrogativi sul proprio futuro e sulle grandi scelte di vita. Lo slogan scelto per quest’anno è: “Sete di futuro…è bello con Te!” rifacendosi alla Lettera Pastorale del nostro Cardinale Arcivescovo.
    Continua...

Seminario Arcivescovile di Napoli

"Card. Alessio Ascalesi"